Skip to main content
Bilancio di sostenibilità: perché è importante per le imprese

Il Bilancio di Sostenibilità, noto anche come Report di sostenibilità, è uno strumento di rendicontazione attraverso il quale un'impresa, un ente pubblico o un'associazione comunica i propri risultati, le proprie iniziative e i propri obiettivi in materia di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

La finalità corretta del bilancio di sostenibilità è quella di comunicare le proprie azioni in maniera trasparente agli gli stakeholder lungo l'intera catena di valore, considerando quindi sia quelli esterni come per esempio enti pubblici, clienti, cittadini, fornitori, che quelli interni come dipendenti e partner.

È fondamentale che il report sia completo e facilmente comprensibile, in modo da consentire ai suoi destinatari di disporre di tutte le informazioni necessarie per valutare l'effettivo contributo dell'impresa allo sviluppo sostenibile.


Redazione del bilancio di sostenibilità per massimizzarne i vantaggi

Per ottenere ciò, e assicurare la confrontabilità delle informazioni con altre organizzazioni, è necessario che il bilancio venga redatto secondo specifiche linee guida e standard di rendicontazione nazionali e internazionali, compito non sempre semplice data la complessità intrinseca di alcuni criteri di analisi.

Secondo la direttiva europea sulla rendicontazione non finanziaria del 2014 (NFRD), il bilancio di sostenibilità era obbligatorio solo per le imprese di interesse pubblico di grandi dimensioni, mentre restava facoltativo per le PMI; tuttavia, ad oggi la situazione è cambiata.

Un'analisi approfondita della normativa ha rivelato numerosi limiti nella NFRD, che hanno consentito alle imprese di diffondere informazioni spesso insufficienti o inadeguate a garantire la trasparenza e la confrontabilità dei dati necessaria per rendere lo strumento efficace.

In alcuni casi, le omissioni o la divulgazione di informazioni incomplete possono essere considerate come greenwashing, un comportamento finalizzato a costruire un'immagine dell'impresa ingannevolmente positiva sotto il profilo dell'impatto ambientale, allo scopo di distogliere l'attenzione dell'opinione pubblica dagli effetti negativi per l'ambiente della propria attività o dei prodotti realizzati.


Bilancio di sostenibilità: la normativa

Per superare tali limiti, nell'agosto 2023 l'Unione Europea ha quindi introdotto la nuova direttiva CSRD, che estende l'obbligo di redigere il bilancio di sostenibilità a un numero maggiore di aziende rispetto a quanto previsto dalla NFRD.

La CSRD prevede inoltre requisiti più stringenti per la redazione dei rapporti: coloro che già compilavano un bilancio di sostenibilità dovranno abbandonare i vecchi standard, come ad esempio i Global Reporting Initiative (GRI), e allineare le informazioni in modo che siano conformi ai nuovi standard ESRS. Tale processo richiede una pianificazione accurata e attenta, non può essere improvvisato.


I vantaggi del bilancio di sostenibilità - Polo Innovativo


I vantaggi del bilancio di sostenibilità

È evidente come il tema della sostenibilità sia diventato, con il passare degli anni, sempre più rilevante per aziende, istituzioni e persone che sempre più riconoscono l'importanza di adottare pratiche sostenibili per affrontare le sfide ambientali, sociali ed economiche in rapida evoluzione.

Le aziende sono consapevoli non solo dell'urgenza di affrontare tali questioni, ma anche dell'essenzialità di integrare la sostenibilità nel proprio business, avendo chiara comprensione dei numerosi vantaggi, anche economici e di business, che ne derivano.

Questa consapevolezza ha spinto molte imprese ad applicare pratiche sostenibili nella loro strategia operativa. Un esempio tangibile di questo impegno è evidente nel crescente numero di organizzazioni che, sebbene fino a pochi mesi fa non fossero obbligate da nessuna legge, hanno comunque scelto volontariamente di redigere il bilancio di sostenibilità.

Questa crescente partecipazione indica un cambio di prospettiva, con le imprese che riconoscono i benefici non solo dal punto di vista ambientale, ma anche in termini di reputazione e valore aziendale, benefici che verranno presentati ora nel dettaglio.


Miglior percezione del valore dell'organizzazione

Avere un proprio bilancio di sostenibilità consente di accrescere la percezione esterna del valore dell'organizzazione, soprattutto in termini di reputazione e trasparenza; quest'ultima è un valore sempre più apprezzato da cittadini e consumatori, che ora più che mai scelgono in modo responsabile e consapevole i propri acquisti.

Secondo una ricerca condotta dalla National Retail Federation, “Research Insights Consumers want it all”, si osserva un crescente numero di consumatori che si identificano come "purpose-driven", cioè scelgono i prodotti in base ai valori che guidano un'organizzazione e al suo impegno per lo sviluppo sostenibile.

Questo tipo di consumatori è anche disposto a pagare un prezzo maggiore per un prodotto di un'azienda impegnata nel percorso di sostenibilità, contribuendo così a migliorare la competitività complessiva dell'organizzazione.


Fiducia, differenziazione, nuove opportunità di mercato

La pubblicazione di un bilancio di sostenibilità non solo accresce la fiducia da parte dei mercati, ma, soprattutto se i risultati dimostrano una tendenza positiva, può fungere da elemento differenziante sul mercato, consolidando la posizione dell'organizzazione e aprendo la strada a collaborazioni strategiche e nuove opportunità di affari. La redazione del report aumenta la probabilità di raggiungere gli obiettivi prefissati per la sostenibilità e di green marketing. Per questi motivi può essere considerato di fatto uno strumento influente e strategico di marketing.


Attrazione e fidelizzazione dei talenti

Attrarre e fidelizzare talenti in azienda è cruciale per il successo a lungo termine di qualsiasi organizzazione. Integrare la sostenibilità nel proprio business non impatta solo sulla condotta dei consumatori ma riveste un ruolo significativo anche nelle decisioni dei lavoratori. Sempre più professionisti sono attratti dall'opportunità di lavorare per organizzazioni che si impegnano attivamente nello sviluppo sostenibile.

Tale impegno non solo può influenzare positivamente la reputazione aziendale, ma si configura anche come un elemento cruciale per attirare e trattenere talenti.

Attrarre e trattenere talenti richiede un approccio olistico che tenga conto delle esigenze e delle aspirazioni dei dipendenti, oltre a fornire un ambiente di lavoro stimolante, supportivo e gratificante.


Miglior gestione dei rischi

Il bilancio di sostenibilità risulta essere uno strumento estremamente vantaggioso per migliorare la gestione dei rischi all'interno di un'organizzazione; esso consente di identificare gli impatti dell'impresa, offrendo una visione più completa che va oltre la valutazione dei rischi tradizionali, includendo anche quelli legati alle dimensioni ambientali, sociali e di governance (ESG).

La gestione di tali rischi impone alle organizzazioni di mettere in atto strategie adattive. In questa prospettiva, un solido rapporto di sostenibilità può fornire un contributo significativo, fornendo informazioni chiare e complete sulla posizione e sulle pratiche dell'organizzazione rispetto agli aspetti ESG, e guidando così il processo decisionale verso una gestione più responsabile e orientata al futuro.


Riduzione costi operativi

Attraverso la redazione del bilancio di sostenibilità, le organizzazioni hanno la possibilità di individuare gli impatti e gli effetti delle proprie attività, consentendo così di implementare pratiche sostenibili e sistemi di monitoraggio. Ciò si traduce in una riduzione dei costi operativi nel lungo termine.

Ad esempio, un utilizzo più efficiente delle risorse naturali, come energia, gestione dei rifiuti e consumo d'acqua, può portare a risparmi significativi sia in termini ambientali che economici.


Business continuity

La redazione del bilancio di sostenibilità costituisce il fondamento per l'implementazione di un sistema di gestione sostenibile. Quando un'organizzazione è gestita con consapevolezza e responsabilità, diventa una realtà sana, benefica e funzionale alla comunità. Questo approccio la rende più resiliente ai cambiamenti economici, sociali e ambientali, fornendo così solide prospettive per il futuro.


Conformità normativa

Adottare una gestione responsabile consente all'organizzazione di conformarsi alle normative ambientali e sociali, riducendo il rischio di sanzioni legali e problematiche operative.


Accesso semplificato a finanziamenti sostenibili

Ad oggi, numerosi istituti di credito considerano essenziale che le imprese dimostrino un impegno concreto verso lo sviluppo sostenibile al fine di concedere loro finanziamenti. In questo contesto il bilancio di sostenibilità diviene lo strumento chiave per evidenziare questo impegno, agevolando l'accesso a opportunità di credito che potrebbero altrimenti risultare complicate, se non addirittura impossibili, nel caso in cui l'organizzazione non soddisfi determinati requisiti in materia di sostenibilità.

È importante che governi, istituzioni finanziarie, organizzazioni non governative e altre parti interessate lavorino insieme per sviluppare soluzioni efficaci e promuovere la transizione verso un'economia più sostenibile e incentivare investimenti a basso impatto ambientale.


I vantaggi del bilancio di sostenibilità - Bilancio di Sostenibilità

Bilancio di sostenibilità: perché ogni impresa dovrebbe redigerlo

Il bilancio di sostenibilità rappresenta uno strumento imprescindibile per le aziende nel contesto contemporaneo. Oltre che rispondere alle crescenti aspettative di consumatori, investitori e della società nel suo complesso, il bilancio di sostenibilità si configura come un elemento chiave per il mantenimento di un vantaggio competitivo duraturo.

Le aziende che abbracciano i concetti della responsabilità sociale, ambientale ed economica attraverso alla redazione di un bilancio di sostenibilità, non solo rispondono alle esigenze e alle sfide del presente, ma anticipano e si preparano alle dinamiche del futuro. Anche se oggi per molte imprese il bilancio di sostenibilità non è un obbligo, è probabile che in futuro lo sia.

Detto ciò, è evidente come la redazione di un bilancio di sostenibilità, anche senza un obbligo normativo, porta con sé numerosi benefici, permettendo di anticipare i trend sostenibili e ottenere un vantaggio competitivo rispetto alle aziende dello stesso settore.

La trasparenza e l'impegno nell'affrontare le questioni ambientali, sociali e di governance, non solo contribuiscono a mantenere la fiducia degli stakeholder, ma dimostrano anche un impegno concreto e una visione di lungo termine. Le aziende che trascurano queste tematiche rischiano di mettere a repentaglio la loro reputazione, mettendo a rischio il proprio posizionamento sul mercato.

In un panorama sempre più attento alle tematiche sostenibili, la redazione di un bilancio di sostenibilità non è un optional, ma una vera e propria necessità strategica. Le imprese che vanno incontro a questa prospettiva sono in grado di adattarsi alla perfezione alle mutevoli esigenze del mercato, prosperando in un ambiente economico in costante evoluzione.

In conclusione, il bilancio di sostenibilità non è solo un semplice strumento di rendicontazione, ma è una pratica legata alla gestione aziendale che coniuga etica e finanza, contribuendo alla costruzione di un futuro sostenibile per le imprese e per la società.


Contattaci per la redazione del tuo bilancio di sostenibilità

Sei alla ricerca di consulenti in grado di supportarti nella redazione del tuo bilancio di sostenibilità e nella gestione deli principi ESG all'interno della tua azienda? Il Polo Innovativo è la soluzione perfetta alle tue esigenze.

Visita la nostra pagina sul bilancio di sostenibilità e contattaci per saperne di più.


Letizia Iemmolo

Letizia Iemmolo

Polo Innovativo, Project Manager & Sustainability Expert

Project Manager in ambito di Efficientamento Industriale e Trasformazione Sostenibile. Supporto le imprese a sviluppare progetti di Innovazione Green.

Leggi altri articoli dal nostro blog...


CSDDD: la guida completa alla normativa sulla Due Diligence

CSDDD: la guida completa alla normativa sulla Due Diligence

12/04/2024

La CSDDD o Corporate Sustainability Due Diligence Directive è una normativa europea con l’obiettivo di rendere legalmente responsabili le grandi imprese delle attività che possono generare un impatto ambientale o un impatto sociale in ambito della catena del valore.


Life Cycle Assessment (LCA): cos’è la valutazione del ciclo di vita

Life Cycle Assessment (LCA): cos’è la valutazione del ciclo di vita

03/04/2024

Scopri come il Life Cycle Assessment (LCA) fornisce una visione completa degli impatti ambientali promuovendo una gestione responsabile delle risorse.


Quali sono le tecnologie per rendicontare la sostenibilità?

Quali sono le tecnologie per rendicontare la sostenibilità?

26/03/2024

Le nuove tecnologie ìpossono supportare i processi volti a migliorare la performance ESG e favorire la rendicontazione della sostenibilità.


Sostenibilità aziendale: cos'è e come si declina

Sostenibilità aziendale: cos'è e come si declina

15/03/2024

La sostenibilità aziendale è un imperativo cruciale per il successo di un'impresa. Scopri come migliorarla in questo articolo


CSRD: la direttiva che cambia gli standard per la sostenibilità

CSRD: la direttiva che cambia gli standard per la sostenibilità

21/02/2024

CSRD: la direttiva Europea cambia gli obblighi e gli standard di rendicontazione di sostenibilità per le aziende Europee, per garantire più trasparenza.


Margine di contribuzione: cos’è e come si calcola

Margine di contribuzione: cos’è e come si calcola

12/09/2023

Il margine di contribuzione è un indice di bilancio che permette di calcolare quali sono i prodotti o servizi più redditizzi di un'impresa.